foto1
foto1
foto1
foto1
foto1

Street Fishing Italia

Fish Where you are...

Like us on facebook

APP GLOBAL FISHING
Negozio Online Pesca Sportiva

IN EDICOLA

Newsletter

YOUTUBE CHANNEL

Follow Instagram

Approcci Wild Trout

 

La strategia migliore per ingannare la regina del torrente??? Impossibile dare una risposta certa... Recuperi a saltelli, veloci, a galla, sul fondo; non esistono regole, ogni stagione, ogni corso d'acqua ogni momento ha le sue strategie. Frequentando prevalentemente torrenti appenninici il mio approccio è molto leggero, fortunati gli amici del nord italia che hanno altri tipi di fiumi con ben altri esemplari, e potranno azzardare con l'attrezzatura.

Francesco Moni

CANNA
Disponibili sul mercato centinaia di modelli con lunghezze e potenze diverse, spesso vengono definite "canne da trota" solo perchè corte e leggere, che si riveleranno poi inutili una volta giunti sul posto. La canna che utilizzerò avrà le caratteristiche adatte allo spot da affrontare; dalle corte 5' (circa 1,50m) per i micro torrenti infrascati fino alle 8' (circa 2,40 m) per i torrenti più ampi e per i bacini. Il giusto compromesso sarà canne da 6' - 7' (circa 1,80 m - 2,10 m) in modo da poter affrontare al meglio ogni situazione. Ovviamente azione e potenza andranno di pari passo con l'esca che intenderemo utilizzare, canne più morbide e leggere per l'impiego di jig head e siliconici, attrezzi più rigidi e potenti per l'impiego di esche "dure": rotanti, ondulanti e minnows.

MULINELLO
Fondamentale l'impiego di un ottimo mulinello, che deve essere necessariamente molto robusto, leggero per un maggior comfort, affidabile per garantire un perfetto imbobinamento del filo. Cosa andrete a caricarci è a vostra scelta, trecciati più rigidi per una migliore ferrata, più visibili quindi invasivi anche se con un terminale in florocarbon si risolve il problema, più costosi ma più duraturi, contro il classico nylon, meno visibile quindi poco invasivo, meno costoso ma con una vita più breve. Un piccolo accorgimento per tanti banale ma per altri no, quando utilizzate esche che ruotano sul proprio asse, utilizzate sempre un moschettone con girella in modo da non attorcigliare, quindi rovinare il filo che avete montato sul vostro mulinello.

ESCHE
Le esche che andremo ad utilizzare saranno scelte in base al periodo, alla tipologia di spot da affrontare, al target di pesci presenti. Senza ombra di dubbio nei primi mesi dell'anno quando ancora la temperatura dell'acqua è molto bassa, l'impiego di esche siliconiche ci consentirà di sondare meglio il fondo e cercare le trote nelle buche più profonde, man mano che la primavera avanza e di conseguenza l'acqua si scalda sarà il turno di esche da reazione, come ondulanti e minnow. Ovviamente in acque limpide si prediligono colori naturali, in acque velate colori più sgargianti. 

DA NON DIMENTICARE A CASA
Indispensabile, partire da casa senza averlo è impossibile Berkley GULP! Alive Nightcrawle, ottimi waders o coscali con pianta antiscivolo, un ottimo paio di occhiali polarizzanti e ovviamente un guadino con rete gommata in modo da danneggiare il meno possibile il pesce e effettuare un corretto catch and release.


     

Francesco Moni
Author: Francesco Moni
Team Leader
Citazioni
Nell'incertezza... FERRA ! ! !

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo